Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Menu Chiuso
MENU
Logo IPSO

Istituto di Psicologia Somatorelazionale

Fondato e diretto da Luciano Marchino

RIFLESSIONI SUL DHAMMAPADA

26 Agosto 2018

LUNA PIENA - Domenica 26 Agosto 2018 


L’importanza dei momenti trascurabili

 

Non ignorare la risonanza del male
pensando che finirà nel nulla.
Come la brocca si riempie
di pioggia che cade goccia a goccia
così col tempo lo stolto è incrinato
dalle azioni malvagie.

 

Dhammapada strofa 121 

         

È saggio ricordarci che di solito non ci accorgiamo di come si formano le abitudini. Forse pensiamo che non sia importante quando chiudiamo un occhio riguardo al comportamento non etico di qualcun altro. Ma, dopo aver scelto più volte di trascurare quel che sta accadendo, scopriamo che ci siamo assuefatti a tale comportamento, in qualche modo siamo diventati insensibili. Un approccio più accorto consiste nel registrare pienamente come l’essere testimoni di un abuso o di una corruzione ci tocchi nell’intero corpo-mente, e quindi nello studiare le nostre reazioni. È appropriato sentire avversione verso ciò che è errato, l’avversione si trasforma in odio solo quando ci attacchiamo ad essa, quando ci identifichiamo con essa. L’odio è sempre da evitare e non va mai agito, ma non dobbiamo temerlo tanto da diventare ciechi. Dobbiamo proteggere la nostra sensibilità, sentire pienamente quel che sentiamo, ma imparare a non "diventare" quelle sensazioni.

 

Con Metta,

Bhikkhu Munindo

 

(Ringraziamenti a Chandra per la traduzione)